le Finiture

Fiammata

La finitura più richiesta ed anche quella che maggiormente valorizza il materiale. Si ottiene mediante un procedimento termico che, disintegrando la superficie a piano sega, la rende scabrosa. Questa finitura è fattibile anche su spessore da un cm e su teste sagomate o elementi ornati.

Fiammata e spazzolata

Successiva alla lavorazione di fiammatura.
La superficie viene lavorata con apposite spazzole che rendono al tatto la superficie “morbida e vellutata”.

Levigata a diamante

Finitura che rende la superficie liscia mantenendo il colore del piano sega. Viene eseguita con attrezzature ad acqua o a secco. Si possono ottenere elementi in varie forme e dimensioni per usi esterni ed interni.

Piano sega

Si tratta di superficie ottenuta dalla segagione dei blocchi o dalla rifilatura dei pezzi. Sulla superficie si possono notare i segni del disco diamantato o della lama del telaio. Viene usata sia per esterni sia per pavimenti interni da levigare o lucidare sul posto.

Lucida – Semilucida

La lucidatura si ottiene mediante utensili ad acqua o a secco: la superficie cosi ottenuta è molto brillante e il colore notevolmente accentuato. È adatto solo per uso interno. La semilucidatura è una finitura similare alla lucidatura, si differenzia per l’aspetto opaco anziché brillante.

Bocciardata

Tale finitura si esegue con apposite macchine o a mano. Solitamente i bordi rimangono lisci (la cosiddetta cordellina). Questa lavorazione è adatta per uso esterno ed interno.